Point Cloud (to BIM)

L’impiego della nuvola di punti sta diventando uno strumento cardine della progettazione BIM.

Adottare una nuvola di

punti georeferenziata e ben filtrata dal “rumore” generato dall’ambiente circostante,  ci permette di estrapolare una serie di informazioni qualitative e quantitative del dato grezzo del rilievo. Elaborando il dato in modelli tridimensionali più flessibili ed adeguati per le esigenze progettuali, partendo da “puri” modelli geometrici ottenibili tramite elaborazioni dirette della nuvola di punti, si arriva al modello BIM nella piattaforma Autodesk Revit per il suo trattamento nella sua ultima versione che oltre alla rappresentazione geometrica conserva al suo interno informazioni relazionate alle diverse discipline specifiche per ogni componente costruttivo (murature, strutture, arredi e accessori ecc.) facendo attenzione alla corretta categorizzazione e definizione degli elementi.

La 2Dto6D ha creduto sin da subito nell’uso di questa tecnologia per il BIM ed adotta questo strumento in molte consulenze, non solo come check di verifica, ma soprattutto come strumento base per la modellazione. Grande esperienza nella gestione e nell’ottimizzazio

ne della nuvola di punti ha permesso di avere, ai nostri partners, tecnologie di avanguardia per una restituzione puntuale.La modellazione ottenuta con il rilievo standard ha dimostrato, negli anni, un livello di discretizzazione delle informazioni troppi alto per il tipo di tecnologie oggi sul mercato. L’essere sempre aggiornati e non aver paura di sperimentare è alla base del successo dei nostri lavori. Dare agli studi gli strumenti per trattare una corretta nuvola di punti, come intermediari nei rapporti tra i professionisti, permette richieste più puntuali e rapide e un controllo sul materiale che reputiamo importante per la qualità del lavoro.